martedì 29 luglio 2008


Non mi è estraneo un certo lato selvaggio, per quanto mi dichiari quieta e abitudinaria. Ho fatto i bagagli e sono partita più di quanto avrei voluto, sono solita dire. Eppure io le ho volute tutte, quelle rivoluzioni a cui ho costretto il mio corpo e il mio cuore, le ho desiderate e ne ho goduto, spaventata, delirante, ubriaca di aria nuova. E non rimpiango un solo fagotto fatto, una sola porta chiusa, un solo orizzonte che si allontanava. Quando penso che potrei non avere ancora finito, lo confesso, la paura si intreccia alla voglia. Ancora, sì, ancora una volta.

Per ora, cambio casa solo ai miei pensieri.
Questa sono stata e sono ancora.
Ma è il momento di aprire le finestre, arieggiare le stanze, portare i mobili e gli scatoloni pieni di pensieri da riordinare, con calma, non adesso, non subito.
La prima notte dormirò vestita sul materasso appena srotolato. Ci sarà tempo.
Ciao, blog nuovo, staremo bene insieme.

1 commento:

Lexla ha detto...

Ciao!
Sono passata a vedere come va!
Auguri per il nuovo blog, un abbraccio!